San Giorgio in Salici, Sona, Verona
+39 348 7041071
karunacinelli@gmail.com

Oltre i Confini

Giudice interiore, Reiki, Consapevolezza, Transpersonale

Oltre i Confini

OLTRE I CONFINI

19 Maggio

Dalle ore 10.00 alle 17.00

A corte Guastalla, Sona Vr

Che cosa otterrai partecipando alla giornata di Oltre i Confini?

L’esperienza diretta che i confini  non esistono di per sé, sono una creazione della mente. Sperimenterai lo Spazio infinito, il Vuoto nella sua interezza e completezza. Quel Vuoto che è Casa, dove puoi rilassarti, rigenerarti e essere te stesso nella tua Vera Natura.

Inoltre Casa, Vuoto, è il luogo della cura, il luogo di origine dove i confini si dissolvono insieme ai conflitti, ai “problemi”, alla separazione illusoria da tutto ciò che c’è.

Cosa intendiamo per confini?

Consapevolmente o meno ci muoviamo continuamente dentro confini, sia interni che esterni . Se guardiamo alla nostra personalità come a un territorio da conoscere, possiamo rendercene conto. Una delle funzioni del nostro giudice interiore è farci vivere nella sopravvivenza creando linee di confine con idee di:

giusto/sbagliato, 

bene/male, 

accettabile/non accettabile 

Dentro questi confini, spesso inconsci, ci troviamo in una zona la cui confortevolezza è data dal fatto che la conosciamo, sappiamo chi siamo, attraverso immagini di noi stessi, abitudini, meccanismi ripetitivi. 

La confort zone  mostra i suoi limiti quando scopriamo che sopravvivere non ci basta più e vogliamo vivere a pieno e totalmente la nostra vita.

Quando ci avviciniamo a un confine, spesso c’è ansia e questo fa si che ci si rifugia nella parte più interna del territorio, in modo da non sentire ansia, ma anche l’ansia, così come il confine, ci segnala che stiamo sopravvivendo e che il nostro Essere spinge per espandersi.

Spesso sul confine si presentano blocchi fisici, energetici, emozionali, mentali che a loro volta ci indicano la disconnessione con le qualità essenziali, Forze, che gli archetipi veicolano e che al momento del blocco sono oscurate e che diventando accessibili con le pratiche appropriate.

In questa giornata lavoreremo sull’esperienza dell’illusorietà del confine sperimentando direttamente lo spazio che il confine tende a recintare e precludere.

Quali strumenti useremo?

Tecniche energetiche diverse: respiro, visualizzazione, consapevolezza, suono, meditazione, corpo del sogno, viaggio sciamanico, muoversi nel flusso, cerchio di medicina.

Con quale archetipo entreremo in contatto per facilitare il processo e perchè?

Oxumarè è l’archetipo che ci condurrà nel viaggio di esplorazione e di esperienza attraverso le varie pratiche. 

Oxumarè è il Principio di Trasformazione, è l’Arcobaleno (ponte tra Cielo e Terra, Maschile e Femminile) che contiene tutti i colori, ci offre una molteplicità di risorse sotto forma di qualità essenziali:

Cambiamento

Unificazione

Naturalezza

Sensualità

Vitalità

Oxumarè è il sacerdote curandeiro, padrone del suono, delle arti, della bellezza, conduce oltre i confini in quanto facilita tutti i processi che tendono al cambiamento e alla trasformazione.

Oxumarè richiama anche la Kundalini che risalendo i chakra dal primo (la Terra) al settimo (il Cielo) illumina e trasforma tutti i piani portando all’esperienza dell’unità.

Entrare in contatto con l’archetipo e con le qualità che veicola ci porta a dissolvere i confini direttamente facendo esperienza dello spazio.

Questa è la via diretta che non sostituisce la consapevolezza del confine e della sua storia, che è necessaria, ma è il valore aggiunto inestimabile: nell’esperienza cade l’illusorio e ciò che rimane è il Vero.

Nell’esperienza cade il confine e ciò che rimane è lo Spazio.

Sta a noi imparare a navigarlo.

Chiamami: o scrivimi per altre info e iscrizioni